BELLA: SORPRESE A RUBARE LEGNAME IN AREA BOSCHIVA COMUNALE. QUATTRO PERSONE ARRESTATE DAI CARABINIERI...

     I CARABINIERI DELLA STAZIONE DI BELLA HANNO ARRESTATO IN FLAGRANZA DI REATO QUATTRO PERSONE, RESIDENTI NEL POTENTINO, RESPONSABILI DI FURTO AGGRAVATO IN CONCORSO.

NEL DETTAGLIO, I MILITARI, NEL CORSO DI UN SERVIZIO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO, ALL’INTERNO DI UN’AREA BOSCHIVA DI PROPRIET└ COMUNALE, HANNO SORPRESO I QUATTRO SOGGETTI, TRE UOMINI ED UNA DONNA, DI 23, 55, 61 E 63 ANNI, INTENTI A TAGLIARE, CARICARE E TRAFUGARE DEL LEGNAME DI CERRO.

LA ZONA INTERESSATA, ATTIGUA AL BOSCO DI “SANTA CROCE”, ╚ UNA DEI LUOGHI PI┘ VERDI E INCONTAMINATI DELLA BASILICATA, PARTICOLARMENTE CONOSCIUTO DAGLI ESCURSIONISTI, MOTIVO PER CUI I CARABINIERI COSTANTEMENTE SVOLGONO NEI PRESSI APPOSITE ATTIVIT└ DI ISTITUTO PROPRIO PER PREVENIRE ANALOGHI EPISODI DELITTUOSI, CHE ARRECANO GRAVE DANNO AL PATRIMONIO BOSCHIVO.

QUANDO SONO SOPRAGGIUNTI GLI OPERANTI, CHE GI└ PERLUSTRAVANO LA ZONA, I QUATTRO INDIVIDUI STAVANO ASPORTANDO LEGNAME, DOPO AVER ABBATTUTO UN ALBERO. UNO DI LORO ╚ STATO FERMATO SULLA STRADA MENTRE SISTEMAVA LA LEGNA SU UN AUTOCARRO, MENTRE GLI ALTRI TRE SI TROVAVANO NEL BOSCO INTENTI A TAGLIARE ALTRA LEGNA UTILIZZANDO UNA MOTOSEGA.

L’INTERVENTO DEI CARABINIERI HA SCONGIURATO L’ULTERIORE TAGLIO INDISCRIMINATO DI PIANTE NELL’AREA E GLI ACCERTAMENTI ESEGUITI HANNO CONSENTITO DI QUANTIFICARE IN DIVERSI QUINTALI IL MATERIALE LEGNOSO TAGLIATO, CHE SI SAREBBE AGGIUNTO A QUELLO GI└ CARICATO SULL’AUTOCARRO.

ALL’ESITO DELLE VERIFICHE, LE QUATTRO PERSONE SONO STATE TRATTE IN ARRESTO.

ENNESIMA RIPROVA DI QUANTO ESSENZIALE RISULTI ESSERE IL QUOTIDIANO CONTROLLO DEL TERRITORIO, AZIONE COSTANTE CHE I CARABINIERI DEL COMANDO PROVINCIALE DI POTENZA STANNO INTENSIFICANDO ANCHE NELLE AREE RURALI, FINALIZZATE A PRESERVARE LE ZONE ANCHE PI┘ LONTANE DAI CENTRI ABITATI DELLE NUMEROSE REALT└ LUCANE E SCORAGGIARE ILLECITE AZIONI QUALE QUELLA APPENA DESCRITTA.


  info@nbnotizie.it
 
 
NBRadio - Testata Giornalistica di cui al Reg. Stampa Tribunale PZ n.03/09