SICUREZZA SUL LAVORO, CONTESTATE 40 VIOLAZIONI AD AZIENDE AGRICOLE..

    NELL’AMBITO DELLE ATTIVIT└ DI VIGILANZA E DI CONTROLLO DISPOSTE DELL’AZIENDA SANITARIA DI POTENZA NEI MESI DI SETTEMBRE E OTTOBRE SONO STATE ISPEZIONATE 72 AZIENDE AGRICOLE E CONTESTATE 40 VIOLAZIONI ALLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO. DI QUESTE VIOLAZIONI CIRCA IL 30 PER CENTO HANNO RIGUARDATO I LUOGHI DI LAVORO (CON PERICOLI QUALI LE VASCHE RACCOLTA LIQUAME NON PROTETTE, SERVIZI IGIENICI INADEGUATI E INIDONEIT└ DEI LOCALI DI CUSTODIA DEI FITOSANITARI); IL 40 PER CENTO HANNO RIGUARDATO LE ATTREZZATURE DI LAVORO (TRATTORI PRIVI DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE CONTRO IL RISCHIO DI CAPOVOLGIMENTO E LA MANCANZA DI RIPARI DEGLI ORGANI IN MOVIMENTO); IL 30 PER CENTO DELLE VIOLAZIONI SONO DIPESE DA UNA CARENZA DOCUMENTALE (INADEGUATA VALUTAZIONE DEI RISCHI, MANCATA INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI, MANCATA SORVEGLIANZA SANITARIA, ETC).

LO RENDE NOTO BIAGIO SCHETTINO, DIRETTORE DELL’UNIT└ OPERATIVA MEDICINA DEL LAVORO E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO DELL’ASP, PRECISANDO CHE “DALL’ANALISI DEL LAVORO SVOLTO ╚ EMERSO CHE IL 90 PER CENTO DELLE VIOLAZIONI SONO STATE ACCERTATE NEL COMPARTO ZOOTECNICO, SETTORE PI┘ A RISCHIO DI INFORTUNI GRAVI E MORTALI. L’UNIT└ OPERATIVA MEDICINA DEL LAVORO CONSIDERA IL COMPARTO ZOOTECNICO UNO DEI SETTORI A MAGGIOR RISCHIO, SIA PER GRAVIT└ CHE PER FREQUENZA, E QUINDI CHIEDE UNA PARTICOLARE ATTENZIONE DA PARTE DI TUTTE LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER PROMUOVERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA. IL NOSTRO OBIETTIVO – AGGIUNGE SCHETTINO - ╚ QUELLO DI RIDURRE LE MORTI IN AGRICOLTURA E IN PARTICOLARE QUELLE LEGATE ALL’USO DEL TRATTORE, PER CARENZE DI PROTEZIONI E PER COMPORTAMENTI IMPRUDENTI, QUESTO SAR└ POSSIBILE SOLO SE ALLE NOSTRE AZIONI DI PREVENZIONE SI TROVER└ IL SOSTEGNO DI TUTTO IL MONDO AGRICOLO. L’IMPEGNO FUTURO SAR└ DI INTENSIFICARE OGNI AZIONE DI COLLABORAZIONE PER RAGGIUNGERE QUESTO TRAGUARDO”.



  info@nbnotizie.it
 
 
NBRadio - Testata Giornalistica di cui al Reg. Stampa Tribunale PZ n.03/09