FRANCAVILLA IN SINNI: IN POCHE ORE SCOPERTI E DENUNCIATI GLI AUTORI DEL FURTO DI COMPUTER PERPETRATO NELLA SCUOLA MEDIA DEL PAESE...

    II CARABINIERI DELLA STAZIONE DI FRANCAVILLA IN SINNI HANNO DEFERITO IN STATO DI LIBERT└ ALL’AUTORIT└ GIUDIZIARIA DUE GIOVANI, DI 16 E 18 ANNI, RITENUTI RESPONSABILI DEI REATI DI FURTO AGGRAVATO E RICETTAZIONE IN CONCORSO.

NEL DETTAGLIO, I MILITARI HANNO PORTATO A COMPIMENTO UN’INDAGINE LAMPO, A SEGUITO DEL FURTO AGGRAVATO PERPETRATO DAI DUE RAGAZZI NELLA NOTTE DI MARTED╠ SCORSO ALL’INTERNO DELLA SCUOLA MEDIA UBICATA NEL CENTRO ABITATO, CIRCOSTANZA NELLA QUALE GLI STESSI SI ERANO IMPOSSESSATI DI 6 COMPUTER PORTATILI ED ALTRO MATERIALE ELETTRONICO, DEL VALORE DI ALMENO 3.000 EURO.

UN GRAVE FATTO DENUNCIATO AI CARABINIERI DALLA DIRIGENTE SCOLASTICA, NEL CORSO DELLA MATTINATA SEGUENTE, MOTIVO PER IL QUALE GLI OPERANTI, DOPO AVER EFFETTUATO UN ACCURATO SOPRALLUOGO NEL PLESSO INTERESSATO DALL’EVENTO DELITTUOSO, HANNO AVVIATO IMMEDIATAMENTE LE INVESTIGAZIONI.

ALL’ESITO, NEL GIRO DI POCO PI┘ DI 24 ORE, DURANTE IL POMERIGGIO DI MERCOLED╠, SI ╚ AVUTA LA RISPOSTA DA PARTE DELLA “BENEMERITA”, IL CUI PERSONALE, ALL’ESITO DI METICOLOSE INVESTIGAZIONI ESEGUITE A CARICO DEI DUE SOSPETTATI, HA RINVENUTO L’INTERA REFURTIVA DA LORO CUSTODITA, SUBITO DOPO RESTITUITA ALLA RESPONSABILE DELL’ISTITUTO SCOLASTICO, COS╠ DA PORLA NUOVAMENTE A DISPOSIZIONE DEGLI ALUNNI CHE NE ERANO STATI PRIVATI.

EPISODIO, QUELLO DESCRITTO, CHE ESALTA L’IMPORTANZA, DA PARTE DEI CITTADINO O DELLE ISTITUZIONI, DI DENUNCIARE IMMEDIATAMENTE EVENTI DEL GENERE AD UNO DEI 76 PRESIDI TERRITORIALI DEI CARABINIERI, COSTITUITI DAI COMANDI DI STAZIONE, CAPILLARMENTE DISTRIBUITI IN TUTTO IL POTENTINO, OD, EVENTUALMENTE, INOLTRARE LE SEGNALAZIONI AL NUMERO UNICO DI EMERGENZA 112 DELL’ARMA, QUALI TEMPESTIVE MISURE CHE POSSONO GARANTIRE RAPIDE RISPOSTE DEI MILITARI, TALI DA POTER, ANCHE IN CHIAVE PREVENTIVA, SCONGIURARE ANALOGHI CASI DELITTUOSI.

  info@nbnotizie.it
 
 
NBRadio - Testata Giornalistica di cui al Reg. Stampa Tribunale PZ n.03/09