TIROIDE E DIETA: incontro a Filiano organizzato dalla pro loco...

       

        Spesso si sottovalutano i problemi alla tiroide e si cerca di convivere con le conseguenze che ne derivano. Ma se bastasse ridefinire la dieta per avere già notevoli benefici?

Che l’alimentazione sia un fattore molto importante per la prevenzione e la cura di problemi legati alla tiroide ne sono convinti il dott. Pasquale Di Leo e la prof.ssa Lucia Santarsiero che hanno scritto il libro “La dieta amica della tiroide” dove approfondiscono il legame tra tiroide e alimentazione.

Il volume è strutturato in due parti: la prima parte contiene le informazioni inerenti i progressi scientifici e le attuali conoscenze sulla patologia tiroidea, insieme alle indicazioni sulle possibilità diagnostiche e terapeutiche; la seconda parte, invece, fornisce le informazioni ed i consigli per adottare quei comportamenti e quelle abitudini alimentari utili per prevenire le varie patologie tiroidee. Le curiosità, le note storiche e nutrizionali  e la sezione “L’esperto risponde” arricchiscono ulteriormente il libro.

La presentazione del volume si terrà venerdì 3 gennaio 2020, alle ore 18.00 presso il Centro sociale “Prof. G. Lorusso” in Filiano.

Ai saluti di Maria Santarsiero, presidente della Pro Loco di Filiano e del sindaco Francesco Santoro, seguiranno gli interventi di Antonio Prospero Colasurdo, direttore sanitario IRCCS-Crob di Rionero in Vulture, Angelo Lucano Larotonda, già docente di Antropologia all’Unibas e l’avvocato Aurelio Pace. Saranno presenti gli autori: Pasquale Di Leo, endocrinologo e responsabile della S.S.D. di cure Palliative-Hospice presso IRCCS-Crob di Rionero in Vulture, e Lucia Santarsiero, docente di enogastronomia e tecnologa alimentare. Modera la giornalista Rai-Tgr Basilicata Grazia Napoli.

L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Pro Loco di Filiano con il patrocinio del Comune di Filiano e IRCCS-Crob di Rionero in Vulture.


  info@nbnotizie.it
 
 
NBRadio - Testata Giornalistica di cui al Reg. Stampa Tribunale PZ n.03/09